Informazioni e regolamento

Tariffe, materiale scolastico, vacanze, assenze... Su questa pagina trovate tutte le informazioni utili per la vostra ammissione ai CPSI

  • I corsi di lingua e cultura italiana sono destinati a tutti gli studenti di nazionalità italiana e straniera.
  • L'iscrizione/ammissione ai corsi può essere fatta dal 4° all'11° anno HARMOS.

 

Contributo delle famiglie

Alle famiglie degli studenti dei corsi di lingua e cultura italiana si chiede un contributo che sarà integrato al contributo ministeriale che copre solo una percentuale dei costi totali.

Il contributo annuale richiesto alle famiglie, a inizio gennaio, è pari a CHF 220.- per bambino (gratis a partire dal 3° bambino).

 

Materiale didattico

Ogni studente che si presenta ai corsi deve avere

  • un'agenda
  • un classificatore A4
  • un blocco di carta a quadretti perforata per il classificatore
  • una penna nera (o blu) e una penna rossa
  • una matita e una gomma per cancellare
  • un temperamatite
  • un righello
  • un correttore (cancellino o Tipp-Ex)
  • una scatola di matite colorate (scuola elementare)

Alcuni libri usati come materiale didattico sono forniti gratuitamente dal CPSI, altri sono dati semplicemente in prestito. I libri vengono acquistati dal CPSI utilizzando una parte del contributo fornito dai genitori degli studenti.

 

Vacanze

I corsi di italiano vengono coordinati con il calendario scolastico svizzero. Nessun corso si svolge quindi durante le vacanze scolastiche. 

 

Assenze

Gli studenti sono tenuti a frequentare tutte le lezioni. Assenze sono consentite al massimo per un totale pari al 33% della durata del corso.

 

Ritardi o uscite anticipate

La durata dei ritardi o delle uscite anticipate sarà accumulata nel calcolo delle assenze (ad esempio, due ritardi di mezz'ora l'uno equivalgono a un'assenza di 1 ora).

 

Provvedimenti disciplinari

Ogni studente deve partecipare attivamente e serenamente ai corsi rispettando in particolare gli altri studenti della classe e l'insegnante, prestando attenzione alle aule e agli spazi messi a nostra disposizione. Gli studenti che non rispettano questi principi e queste regole potrebbero essere esposti a provvedimenti disciplinari, ad esempio:

  • richiamo all'ordine da parte dell'insegnante
  • annotazioni scritte dell'insegnante accompagnate da una richiesta di incontro con i genitori o con uno dei genitori dello studente
  • richiamo all'ordine scritto del preside indirizzato alla famiglia con annotazione nel registro dell'insegnante
  • sospensione dai corsi con lettera del preside
  • espulsione dai corsi

Il comportamento dello studente influenzerà la sua promozione al livello successivo.

 

Pagella

L'anno scolastico è diviso in due periodi di cinque mesi ciascuno (1° periodo: da settembre a gennaio // 2° periodo: da febbraio a giugno. La pagella viene consegnata direttamente ai genitori alla fine di ciascun periodo. In questo documento figurano i voti dati allo studente e il risultato finale (promosso o non promosso).

 

Risultati del corso

Lo studente, a seconda del suo impegno, profitto e la frequenza al corso, può essere promosso o non promosso. In caso di mancata promozione, deve ripetere l'anno.

Il dirigente scolastico, Prof. Damiano De Paola


Regolamento per gli studenti

Art. 1

Gli studenti iscritti sono tenuti a frequentare regolarmente i corsi. 

Ogni assenza deve essere giustificata dai genitori, rispettando le modalità concordate con l'insegnante.

Art. 2

Non saranno valutati gli studenti che, durante l'anno scolastico, accumulano assenze superiori a 1/3 della durata del corso annuale.

Art. 3

Gli studenti devono frequentare le lezioni secondo l'orario prestabilito.

Gli insegnanti comunicano per iscritto eventuali cambiamenti d'orario e l'eventuale soppressione dei corsi. In caso di assenza improvvisa dell'insegnante, gli studenti devono rispettare la catena telefonica.

Art. 4

Gli studenti si presentano in classe dotati del necessario materiale didattico.

Art. 5

In linea di principio, i compiti a casa possono essere richiesti per completare un lavoro già iniziato o per approfondire un argomento trattato in classe. 

Art. 6

Le valutazioni periodiche sono riportate sul libretto scolastico che dovrà essere firmato e restituito all'insegnante.

Art. 7

Il comportamento degli studenti prima, durante e dopo i corsi, deve essere caratterizzato da spirito di cooperazione e di solidarietà. 

Art. 8

Gli studenti devono rispettare le regole della scuola svizzera nella quale si svolgono le lezioni, e in particolare:

  • non possono lasciare l'edificio della scuola senza il permesso dell'insegnante; 
  • possono giocare solo in cortile, evitando di provocare danni a cose o persone; 
  • devono comunicare all'insegnante ogni eventuale danno causato;
  • devono avere un comportamento corretto all'ingresso e all'uscita dalla classe, evitando di fare un inutile baccano.

Art. 9

Gli studenti sono tenuti a rispettare i locali, i mobili e le attrezzature appartenenti alla scuola in cui si svolgono i corsi e devono lasciare l'aula in perfette condizioni. Hanno anche l'obbligo di mantenere in buono stato i libri e il materiale didattico messo a disposizione. 

Gli studenti dovranno rispondere di eventuali danni e ai genitori potrà essere chiesto di sostenere i costi di riparazione o di sostituzione degli oggetti danneggiati.